IL PROGETTO MEMORY - Come migliorare il metodo di studio

Scritto da ELEONORA MORETTI E CHIARA CECCAGNOLI
(studentesse del Campus)

Nei giorni di lunedì 5 e martedì 6 Novembre 2018, la nostra scuola ha avuto il piacere di proporre il progetto Memory. Questo corso si è tenuto in aula magna ed ha visto una grande partecipazione sia da parte degli studenti che da parte dei professori.

Uno degli aspetti più importanti che sono stati trattati riguarda l’atteggiamento e l’impegno che noi studenti mettiamo nello studio. Abbiamo infatti visto che il modo di porsi dinnanzi ad una disciplina ne determina pienamente il risultato che otterremo. Ed è solamente attraverso un impegno straordinario che si ottengono risultati straordinari.

Per quanto riguarda le tecniche utilizzate, abbiamo iniziato con l’apprendere i metodi di memorizzazione di date storiche, di nomi e di parole difficili da ricordare.                                                                                                        

Ci siamo poi esercitati ad individuare il concetto, ossia il messaggio principale contenuto all’interno del testo che stiamo leggendo, il quale è essenziale per comprenderne il contenuto, per poter fare dei collegamenti e per ricordare a lungo ciò che abbiamo studiato. Abbiamo inoltre imparato a trovare le parole chiave, le quali ci permettono di ricordare subito il concetto espresso. Usando proprio queste parole abbiamo costruito le mappe mentali. Diverse dalle mappe concettuali, le mappe mentali consentono di studiare più velocemente ed in modo più efficace in quanto favoriscono il ricordo dei concetti fondamentali.

Il corso Memory si è dimostrato molto utile poiché ci ha permesso di migliorare il nostro metodo di studio, imparando a studiare attraverso la logica e non a memoria. È stato infatti dimostrato che solo per ricordare i concetti, noi studenti sprechiamo intorno al 70% del nostro tempo di studio. Facendo inoltre un sondaggio generale, tutti gli studenti che ne hanno preso parte (e anche i professori) hanno espresso giudizi positivi e piena approvazione sulle tecniche imparate durante il corso. Per questo motivo alcuni docenti hanno richiesto di proporre questa iniziativa anche alle classi del biennio. Ringraziamo perciò la nostra Preside Franca Burzigotti che ci ha dato l’opportunità di partecipare.